Theodor Storm, IL PICCOLO HAWELMANN

Stampa PDF

Theodor Storm, IL PICCOLO HAWELMANN, traduzione di Federica Pierini. Illustrazioni di Lisbeth Zwerger. Pordenone, Edizioni C’era una volta, 1995, pp.1-13

 


Fiaba di Storm.

“C’era una volta un bambino di nome Hawelmann. Una notte se ne stava nella sua carrozzina e non riusciva a prender sonno; la mamma invece dormiva già da un po’ nel grande letto a baldacchino, accanto a lui..Non passò molto tempo che la luna, la vecchia buona luna, guardò attraverso i vetri e quello che vide era così strambo che la vecchia luna non aveva mai visto una cosa simile. Il piccolo Hawelmann se ne stava tutto vispo nella sua carrozzina e teneva una gambetta dritta in alto come un albero maestro. S’era tolto la camicina e l’aveva appesa al mignolo del suo piedino come una vela; poi, afferrati con la mano i piccoli lembi, si mise a soffiare a tutta forza. Un po’ alla volta, piano piano, la carrozzina cominciò a rotolare, prima sul pavimento e poi sulla parete, poi a testa in giù lungo il soffitto e poi di nuovo giù sull’altra parete..Al terzo giro, improvvisamente, la luna lo guardò dritto in viso. - Ragazzino - disse - non ne hai abbastanza? -. - No! - esclamò Hawelmann . - Ancora, ancora! Aprimi la porta! Voglio girare per tutta la città, mi devono vedere tutti -. - Non posso - rispose la buona luna, ma fece scendere un lungo raggio attraverso la serratura e così il piccolo Hawelmann scivolò fuori di casa..- Non mi va d’aspettare tanto - disse - voglio andare nel bosco, tutti gli animali mi devono vedere! -..Uscirono dal bosco e attraversarono la brughiera, fino alla fine del mondo, e poi su nel cielo..Il piccolo Hawelmann, rimasto solo nel cielo, ebbe allora una gran paura..Ma ecco che dal basso, proprio al confine del cielo, un faccione rubizzo si mise a scrutarlo. Quello era il sole che stava uscendo dal mare. - Ragazzino - gli disse guardandolo con occhi infuocati - cosa ci fai nel mio cielo? -.E un, due, tre! Prese il piccolo Hawelmanne e lo gettò in alto mare. Così dovette imparare a nuotare. E poi? Se tu e io non fossimo arrivati giusto in tempo per tirare il piccolo Hawelmann a bordo della nostra barca, avrebbe rischiato grosso d’annegare!!”.

Vedi Foto